Intervista con Maria Luisa Rocchi, fiorista italiana eccezionale


Maria Luisa Rocchi
, con il suo nuovo flagship store nel cuore di Roma, si conferma anno dopo anno una grande floral design per eventi e matrimoni. La sua fantasia, l’estro, la creatività, ma anche lo studio approfondito alle spalle, mi permettono, come wedding planner, di affidare a lei i miei sposi senza la minima preoccupazione.

 

Fiori-01
Foto di Maria Luisa Rocchi

 

Vorrei iniziare questa intervista con una breve domanda su Paola Prike, mia grande fonte d’ispirazione. Come ti sei avvicinata a questa grande fiorista e com’è stato frequentare i suoi corsi?
Paula Pryke è una grande artista ma allo stesso tempo è una persona molto semplice assolutamente gelosa delle sue conoscenze molto disponibile con tutti. Frequentare i suoi corsi è stato per me utile e molto divertente!

 

Spesso mi chiedono di organizzare matrimoni low cost, quindi quanto è importante scegliere i fiori di stagione? Quali sono i vantaggi?
Sicuramente la scelta dei fiori è determinante per contenere il budget di spesa e prediligere i fiori di stagione aiuta in questo senso. Quando i fiori sono in stagione oltretutto sono nel loro massimo splendore!

 

Penso alle magnifiche peonie e alla piccola finestra temporale che hanno rispetto alle rose, che troviamo tutto l’anno, e mi domando: ci sono state spose che hanno scelto la data del matrimonio in base ai fiori che avrebbero trovato in quel mese?
Adoro le peonie anch’io, sono dei fiori  magnifici. Ora comunque si trovano facilmente anche in inverno. Spesso provengono da Israele e come puoi immaginare il loro costo triplica.
Non mi è mai capitato di avere spose che scegliessero la loro data di nozze in base alla stagionalità dei fiori ma posso dire che sono comunque tutte attente al colore e alcune anche al significato dei fiori.

 

Sono più numerose le spose che vengono da te già sicure di ciò che vogliono, oppure quelle alla disperata ricerca di un’illuminazione?
Più spesso le spose arrivano con idee confuse; sanno più o meno cosa desiderano ma non sanno interpretarlo. Insieme si costruisce il progetto del loro allestimento in modo che il risultato sia quello di un evento unico ed irripetibile.

 

Fiori-02
Foto di Maria Luisa Rocchi

 

Ti sei mai trovata in contrasto con i gusti delle clienti? Come ti sei mossa?
Cerco sempre di consigliare quelle che per me sono le scelte migliori e devo dire che fortunatamente le mie clienti mi seguono senza difficoltà.

 

E di fronte a madri e suocere che volevano avere l’ultima parola?
Bisogna essere molto pazienti…..

 

Coppe martini, calici, vasi in vetro di tutte le dimensioni… se li mettiamo a confronto con i magnifici vasi medicei in ghisa… chi vince?
Credo non ci siano nè vincitori né vinti. Ciascun tipo di vaso sia esso in vetro, ghisa o altra tipologia di materiale, deve essere armonicamente inserito nell’ambiente e anche il  tipo di decorazione che viene eseguita deve armonizzarsi con il contenitore e con il contesto intorno.

   

 

 

E qual è la tendenza degli ultimi anni, come scelta di composizioni floreali, non solo per la tavola ma come tocco distintivo di tutto il matrimonio? Penso ai dettagli, alle confettate, alle wedding cake, alle cerimonie simboliche…
Sicuramente rispetto agli anni precedenti, c’è una maggiore cura per tutto ciò che è decorazione. C’è molta attenzione al dettaglio a cominciare dai nastrini segnaposto o legatovagliolo, ai tableau nelle forme e tipologie più disparate, al cuscini portafedi floreali, alla decorazione delle sedie e così via.

 

Il trend per l’anno prossimo?
Vincono i colori oppure toni chiari?
Sicuramente c’è una maggiore tendenza nell’uso del colore.


I candelabri, sono sempre in voga?
Sono molto richiesti e a me piacciono moltissimo. Li propongo di cristallo, d’argento o di ferro battuto a seconda della location.

Fiori-04
Foto di Maria Luisa Rocchi
   



Quanto chiesa e location influiscono sulla scelta dei fiori?
La chiesa e la location non influiscono sulla scelta dei fiori. Lo stile dell’allestimento è invece molto importante.


E soprattutto, l’addobbo scelto in chiesa deve ripetersi anche al ricevimento?
Oggi molti sposi per questioni di budget chiedono che l’addobbo della Chiesa venga trasferito al ricevimento. In altri casi Chiesa e ricevimento possono avere fiori e stili completamente diversi.


Ed il bouquet… può essere creato con fiori diversi da quelli usati per gli allestimenti di tutto il matrimonio?
Si certamente.


Lo shabby chic, stile di cui sono una grande appassionata, ha contagiato anche il settore dei matrimoni. Quali sono i fiori che consiglieresti, quali le composizione e soprattutto quali  potrebbero essere i piccoli grandi dettagli, quelli che fanno la differenza in un bel matrimonio?
Abbiamo utilizzato spesso voliere di ferro battuto piene di fiori e uccellini in porcellana bianca o anche alzate in legno decapato con mini composizioni di fiori e candele. Per uno stile più country borsette in tela con piantine aromatiche e fiori di camomilla e lavanda.

 

Fiori-03
Foto di Maria Luisa Rocchi


Qual è il tuo tocco distintivo, la tua firma?
L’attenzione e la cura al dettaglio, l’originalità e la ricerca molto complessa della perfezione.

 

Maria Luisa grazie davvero tanto per il tempo dedicato a questa intervista, che al momento termina qui. Ma tornerò presto, per conoscere la tua opinione in merito a tanti altri aspetti, perché la tua passione e l’amore per i fiori, traspare in ogni tua piccola o grande composizione.